Categories
blog

Storia del Texas Holdem

La vera storia del Texas Hold’em

Gli appassionati di giochi per soldi lo sanno bene: l’origine della stragrande maggioranza dei passatempi che amano di più è avvolta nel mistero, e si perde nella storia: difficile trovare un inventore unico, o il luogo preciso dove “andare in pellegrinaggio” se si è devoti di Blackjack, Baccarat o Poker.

Fa eccezione uno degli svaghi più eccitanti e popolari dei tempi moderni, almeno quando si parla di gambling, capace di dare una scossa al paludato settore delle sale da gioco e innescare una rivoluzione che ha portato all’attuale, dinamico panorama dei casinò online: il Texas Hold’Em (alternativamente indicato come “Texas Holdem“).

Tutto inizia a Robstown

Oggi Robstown, nello stato del Texas, è una vivace cittadina di poco più di diecimila abitanti, cresciuta a ridosso del Golfo e della più grande Corpus Christi.

All’inizio del Ventesimo secolo, però, era un crocevia di viaggiatori – non tutti di specchiata reputazione – di passaggio per raggiungere la California o il Messico.

Lo scenario è quello che ci regalano i western: saloon, alcool a fiumi e giochi di carte (naturalmente usati per chiudere affari e saldare debiti).

È proprio in uno di questi locali ormai rasi al suolo che un uomo del luogo (anche il suo nome è andato perduto) ha un’idea geniale, e modifica il gioco del poker.

Texas Hold'Em Live Italia

I primi passi al di fuori del Texas

Il motivo per cui il gioco di carte si chiami “Texas Hold’em” e non “Robstown Hold’em” è presto spiegato: i viaggiatori di passaggio nel paese portano le sue strane regole con loro, dicendo semplicemente che il gioco arriva dal Texas. Ed è così che diventa famoso.

Naturalmente la geografia ci insegna che il Texas confina col Nevada, lo stato della più grande città-casinò al mondo: Las Vegas. Per il Texas Hold’em, superare il confine e sbarcare a “Sin City” è cosa da nulla.

Prima questo accade in maniera non ufficiale, ma a farlo diventare un gioco importante servirà l’intervento di qualcuno di famoso.

L’esplosione mondiale

Doyle Brunson, Amarillo Slim e Crandell Addington sono alcuni dei più celebri pokeristi della storia. Spingono perché il Texas Hold’Em entri nelle sale da gioco di Las Vegas: ci riescono nel 1967.

Il successo vero arriva grazie a un libro: “Super System”, del 1978, sarà il primo a occuparsi di Texas Hold’em e a pubblicizzarlo.

E in Italia? Molta parte del successo del Texas Hold’em nel nostro paese si deve a un film: “Il giocatore” (“Rounders” in originale) è il primo a mostrarlo sul grande schermo.

Rappresenta uno spartiacque, dopo il quale il grande pubblico ha imparato ad amare questa particolare forma di poker, a oggi la più popolare delle sue varianti.