Categories
blog

Consigli per giocare a Sic Bo

I migliori consigli per giocare a Sic Bo

Il Sic Bo sta diventando rapidamente uno dei giochi più richiesti da chi ama giocare per soldi online anche a passatempi che non siano solo quelli tradizionalmente trovati al live casinò.

Tuttavia, nonostante sia un gioco così semplice, questo passatempo nato in Cina non va preso sotto gamba.

Anche se si tratta “solo” di un gioco di dadi (se ne lanciano tre), esistono delle tecniche specifiche per guadagnare il più possibile sia emotivamente che materialmente.

Alcuni di questi suggerimenti li elenchiamo a seguire: fidatevi della nostra esperienza per trarre il maggior vantaggio possibile da questo gioco così esotico!

Andare sul sicuro con Big & Small

A Sic Bo le puntate sono quattro: Big, Small, Pari o Dispari. Si punta, si lancia, a seconda del risultato si vince. Facile!

Puntando su Big e Small si scommette sul fatto che il totale a uscire va da 4 a 11 (Small) o da 11 a 17 (Big).

Sono proprio Big e Small a dare al giocatore la sensazione psicologica di aver trovato un gioco di casinò dove si vince sempre, perché pagano 1:1 e perché il margine del banco/della casa è il più basso: solo il 2,76%.

Big e Small tuttavia sono anche “noiosi” – se quello che inseguite è il brivido, non sta di casa qui.

Sic-bo

Occhio alla Tripla

Ecco quando Sic Bo diventa davvero elettrizzante: si può scommettere sul fatto che i tre dadi mostreranno esattamente lo stesso valore (Tripla “generica”) o si può addirittura dichiarare quale valore avranno (Tripla “specifica”).

La Tripla è praticamente impossibile da indovinare, e infatti questa particolare circostanza viene pagata 180:1.

Se indovinata, una Tripla può arrivare a cambiare la vita del giocatore, ma nell’inseguirla c’è chi ha perduto tutto quello che aveva: le cronache cinesi sono piene di storie simili.

Per questo, molto meglio evitarla del tutto, o quantomeno sceglierla solo come scommessa aggiuntiva (a Sic Bo si può fare una puntata principale e una secondaria).

A proposito di quote.

Se osservate la tabella delle quote pagate a chi vince a Sic Bo, osserverete valori improvvisamente alti per scommesse tutto sommato “semplici”. Per esempio, l’uscita di numeri totali compresi tra 7 e 14 paga 12:1 e rispetto ad altre somme presenta un margine per la casa stranamente basso: 9.7%.

Le cose cambiano quando si scommette dall’8 al 13 o dal 10 all’11: sono solo numeri, si dirà, eppure il margine del banco risale fino al 12,5%.

Non ci vuole un genio per capire che se si vuole uscire dal quadrato delle puntate base e osare qualcosa in più, i numeri dal 7 al 14 sono “amici”.